Leone D’Argento per la Creatività: progetto “Leggo, Capisco e Sono”

Leone D'Argento per la Creatività, Progetto Leggo Capisco e Sono di Opus Personae
Scuola XXV Aprile di Sesto San Giovanni

SCUOLA DI APPARTENENZA: XXV APRILE – Via Nino Bixio – 20099 Sesto San Giovanni dell’Istituto Comprensivo Rovani

INSEGNANTE/I REFERENTE DEL PROGETTO: MONICA BERETTA

CESI BARAZZI: ideatrice del progetto che ne ha curato anche la gestione e il coordinamento. Mimo, regista, formatrice; Direttrice Artistica dell’Associazione OPUS PERSONAE

FEDERICAPAOLA CAPECCHI: coordinatrice, nell’ultimo anno, dello “specifico Danza” e formatrice in aula. Danzatrice, coreografa; Direttrice artistica della Compagnia OpificioTrame; Socia e Responsabile Danza, Teatro e Musica di Spazio Tadini.

MARCO PATANE’: collaboratore in aula per tutti i tre anni. Musicista percussionista ed esperto cultura africana; direttore dell’associazione SIRABA DENOU con sede in ITALIA e BURKINA FASO

MARCO DE MEO: collaboratore free lance nell’ultimo anno, in aula. Attore, autore, danzatore.

siti di riferimento:

OPUS PERSONAE (in rifacimento) www.opuspersonae.com

OPIFICIOTRAME www.opificiotramemilanodanza.wordpress.com

Link per video delle uscite di fine anno:

http://vimeo.com/85417882?utm_source=email&utm_medium=clip-transcode_complete-finished-20120100&utm_campaign=7701&email_id=Y2xpcF90cmFuc2NvZGVkfGRiZTdkZWY4NWM0

MzYyMjE2MzhmMGFlM2RlNjJlMTNmOTcxfDM3OTQzNzF8MTM5MTA3NDYwN3w3NzAx

Leone D'Argento per la Creatività, Progetto Leggo Capisco e Sono di Opus Personae
Scuola XXV Aprile di Sesto San Giovanni, Istituto Comprensivo Rovani

LEGGO,CAPISCO E SONO ovvero LO SVILUPPO DELLA CREATIVITA’ COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE RELAZIONALE progetto sviluppato in tre anni dalla terza alla quinta elementare

Obiettivi generali

􀁺 fornire una ulteriore risorsa per seguire e sostenere all’interno di un processo di crescita la relazione con il mondo di provenienza (territorio, famiglia etc.)

􀁺 facilitare il percorso scolastico dando diverse possibilità di rafforzo alle proprie conoscenze e di acquisizione di nuove attraverso il rafforzamento delle possibilità di comunicazione

􀁺 far vivere esperienze diverse da quelle sia famigliari che territoriali (sopratutto per gli alunni che abitano in contesti disagiati)

􀁺 una reale necessità di relazione con il nucleo famigliare/affettivo in quanti depositario della conoscenza della lingua e delle tradizioni culturali e artistiche: si è trattato infatti di organizzare incontri anche in orari extrascolastici sulla base non di una semplice necessità di relazione ma di concrete attività utili e gratificanti

Obiettivi specifici

• Affinare la capacità di invenzione ed elaborazione di progetti con diversi linguaggi

􀁺 rimarcare l’importanza della relazione con il contesto linguistico-culturale di provenienza per una consapevolezza che aiuti ad individuare le risorse che si possono trarre da questa dualità

􀁺 esercitasi nella traduzione dei testi Italiano/lingua straniera e viceversa

􀁺 accrescere le capacità di scrittura, lettura , espressione e creatività

􀁺 incoraggiare l’autostima per il tramite di un lavoro laboratoriale che accompagni verso un riconoscimento delle proprie competenze e saperi e l’acquisizione di nuove capacità e di utilizzo di tecniche artistiche e grafico/pittoriche sviluppando creatività e fantasia con cui potenziare il proprio esprimersi e comunicare

􀁺 acquisire importanti abilità di tipo manuale

Attività principali

a) Lavoro sugli strumenti della comunicazione – Il corpo – La voce – Lo spazio – Gli altri – L’importanza del cerchio – Ritmi e rapporti -Conoscenza e immagine di sé

b) -Le tecniche – I linguaggi gestuali – Il mimo -La danza libera e espressiva -danza performativa lo spazio di azione e gli equilibri di palcoscenico – teoria e tecnica dell’uso delle maschere

c) -Le proposte di metodo – La ricerca – L’improvvisazione – Formazione del gruppo – Esplorazione dell’immaginario – Essere nel cerchio/essere con il cerchio

Leone D'Argento per la Creatività, Progetto Leggo Capisco e Sono di Opus Personae
Scuola XXV Aprile di Sesto San Giovanni

Atto primo siamo in terza: mito storia e poesia

Abbiamo iniziato questo progetto con le parole di un mito (la nascita dei deserti) e abbiamo usato le parole, proponendole in diversi idiomi e azioni utilizzando gli strumenti del mimo e della affabulazione. Tema principale è quello della rappresentazione del nostro quotidiano e dell’esplorazione di un quotidiano appartenente ad una cultura diversa, non solo a quella del nostro vicino e/o compagno proveniente da una terra straniera, ma anche quella nostra che si è trasformata o persa. Attraverso l’osservazione, l’ascolto e la sperimentazione imparare alcuni codici e alfabeti del teatro per poi partire a giocare questi incontri, insieme; ad esplorare in modo creativo un mondo fatto di azioni che appartengono a loro, a noi, o addirittura ad un mondo più antico che apparteneva ai loro nonni-bisnonni e che ancora appartiene a culture diverse dalla nostra.

Atto secondo siamo in quarta: un altro mondo

Le parole e le azioni si sono unite al ritmo, a strumenti, alla musica e abbiamo conosciuto L’Africa (ovvero un altro luogo) ; il teatro, luogo della narrazione, diventa la piazza di un villaggio africano. Attraverso il linguaggio della musica, le percussioni, il canto e la danza, le storie raccontate andremo a spasso nei quattro angoli di questa terra per trattare i temi cari all’umanità intera: la ricerca della verità, la saggezza, la morte, la felicità e l’amore.

Atto terzo siamo in quinta:verso nuovi mondi ovvero il libro delle danze

Perché “il libro delle danze”? Cioé perché focalizzare l’intervento sulla danza?

Perché è la danza il primo linguaggio dell’uomo, libera, espressiva di un ritmo interno e di una occupazione “ragionata” dello spazio. Perché non c’è popolo, etnia o nazione che non abbia espresso una danza in cui si rispecchia il suo essere, la sua storia. Perché è danzando liberamente, improvvisando, con modalità tutte nostre che esprimiamo le grandi emozioni: es.: i salti della gioia, il dondolio del dolore.

Leone D'Argento per la Creatività, Progetto Leggo Capisco e Sono di Opus Personae
Scuola XXV Aprile di Sesto San Giovanni

Quindi la danza per raccontarsi e raccontare

La danza nella sua evoluzione dalla danza primitiva libera e poi rituale,è presentata e utilizzata come ulteriore mezzo di conoscenza di sé e dell’altro, lavoro insostituibile di ricerca sulle proprie capacità espressive e comunicative. Quindi non tecnica di intervento ma strumento di conoscenza, arricchimento della capacità di gestire il proprio essere nel mondo. Sottolineando che il programma dell’intervento è stato tarato sulle caratteristiche e sulle problematiche di ognuna delle tre classi, al fine di operare una reale proposta di crescita educativa

IN QUESTO ANNO QUINDI

Siamo tornati al mito per segnare una fine ed un nuovo inizio unendo parole, suoni e azioni

I primi due miti riguardano la nascita del teatro come mezzo di comunicazione ed espressione:

1) il mito del cacciatore preistorico -2) il mito dei giocattoli di Dioniso -3) il mito del viaggio come metafora della conoscenza

Metodologia:

La danza è stata presentata nella sua evoluzione dalla danza primitiva libera e poi rituale, narratrice supplente ma non sostitutiva della comunicazione orale, attraverso varie tipologie e tecniche di danza fino all’attuale danza urbana.

Le tipologie affrontate:

1) la danza primitiva – 2) La danza moderna -3) la danza urbana

Nel corso dei tre anni di progetto sono stati prodotte tre rappresentazioni mirate nell’ordine:

1. pantomima intersecata da momenti narrativi bilingue (le lingue straniere erano portate dai parenti degli alunni)

2. canto, danza, percussioni e storie dell’Africa

3. performance dedicate al gioco coreografico

Il tutto corredato dalla costituzione di elementi scenografici tra cui un affresco (quasi pittura murale) quale racconto visivo del mito della nascita del teatro

Leone D'Argento per la Creatività, Progetto Leggo Capisco e Sono di Opus Personae
Scuola XXV Aprile di Sesto San Giovanni
Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...